COMUNICATO STAMPA #5

COMUNICATO STAMPA #5

Non solo NUOVE TECNOLOGIE, ma anche CIBO e SALUTE

Catania, 7 Aprile 2017

 

Vivere “green” in una smart city è l’obiettivo del futuro. Oggi la seconda giornata del Salone Internazionale Progetto Comfort al centro fieristico “Le Ciminiere” di Catania, giunto alla sua nona edizione per stupire e sensibilizzare. Professionisti, aziende e non solo. Oggi a fare un giro tra gli stand c’erano anche moltissimi studenti provenienti da Messina, Siracusa, Ribera, Taormina e Pozzallo interessati a scoprire strumenti e piccole azioni quotidiane in grado di dare un importante contributo in materia di sostenibilità.
Impegno ed entusiasmo per un’atmosfera positiva e grintosa, grazie all’impeccabile organizzazione di A2 Communication, società di comunicazione organizzatrice dell’evento guidata da Salvo Peci e Giusy Giacone. «Questa seconda giornata è andata molto bene, è stato interessante soprattutto notare l’interesse di molte scuole che sono arrivate per visitare il salone e i convegni – afferma Giusy Giacone, direttore marketing A2 Communication -. Di certo i temi che trattiamo sono temi attuali e che coinvolgono tutti. Ci siamo impegnati tanto facendo un grande lavoro con le aziende che sono intervenute perché vogliamo dare un contributo vero tramite azioni reali e non solo con le parole. Il nostro obiettivo da sempre è promuovere la “green economy” e migliorare la nostra Sicilia».
Una giornata ricca di importanti convegni che gravitano attorno alle quattro macrocategorie della fiera: ambiente e rifiuti, eco costruzioni, energie rinnovabili e climatizzazione. Nel convegno “Dall’economia all’energia passando per l’ambiente”, con la presenza di Federlavoro e Servizi, sono stati affrontati a 360 gradi gli argomenti inerenti alle principali sezioni della fiera.
Anche oggi è stato discusso il problema della corretta gestione dei rifiuti nel convegno su “La tariffazione puntuale” condotto dal presidente del Comitato Scientifico di Progetto Comfort Salvo Cocina, Energy manager della Regione Siciliana e Direttore dell’Ufficio per la Raccolta Differenziata. Cocina pone un ulteriore traguardo ai 105 Comuni virtuosi della Sicilia che sono riusciti a passare al “porta a porta” domiciliare e raggiungere percentuali di raccolta differenziata superiori al 50%. La Regione vuole aiutare e supportare i comuni a passare alla fase 2 della corretta gestione dei rifiuti e vuole che i Comuni virtuosi comincino a introdurre la tariffazione puntuale per cui i cittadini diligenti dovrebbero pagare meno, overo “pagare per quanto rifiuto produci e smaltisci”. Meno rifiuti produci, più differenzi e meno paghi. Un tema che ha interessato molti visitatori e che nel corso dei convegni ha attirato un pubblico numeroso. Anche Roberto Baronio, di Labelab, ha commentato la situazione rifiuti in cui versa la nostra Isola affermando che «non si può pensare che in poco tempo la situazione migliori così, all’improvviso. Ci vogliono più fatti e meno parole. Serve l’impegno di tutti ed è essenziale che la Sicilia, terra che conosco e amo da 15 anni pur essendo romagnolo, inizi questo fondamentale cambiamento».
Progetto Comfort è il luogo ideale di confronto e dibattito oltre che di aggiornamento sui futuri modelli di sviluppo; figure esperte e professionali, che con grande impegno coltivano il sogno di un mondo migliore e di un ambiente più sano come Serena Pellegrino, vicepresidente della Commissione permanente VIII Ambiente. «Vengo da Udine e la situazione al Nord è di certo migliore – afferma l’onorevole Pellegrino – parliamo però di spazi più piccoli. La Sicilia è densa di abitanti, per questa ragione risulta più difficile gestire il tutto. Sono comunque fiduciosa, i siciliani hanno una grande voglia di riscattarsi e ci riusciranno».
Riflettori puntati anche sul mondo biologico nel corso del convegno “Terra, cibo, salute: manifesto per la sovranità alimentare siciliana”, organizzato dal prof. Paolo Guarnaccia, con l’obiettivo di sensibilizzare e indirizzare verso un tipo di alimentazione più sana: cibo bio e a chilometro zero. Nel corso del convegno, il dott. Coco ha evidenziato come la società di oggi sia sempre più affetta da gravi malattie come il cancro, il diabete e le allergie, il risultato di ciò che mangiamo: cibo industriale, chimicamente trattato e nocivo. «Il nostro organismo non riconosce le molecole di cibo alterate e così aumentano le malattie. Noi siamo ciò di cui ci nutriamo», ha affermato il medico omeopatico Salvatore Coco.
Domani, nella giornata conclusiva del Salone Internazionale Progetto Comfort, si parlerà di gestione dei rifiuti, energia rinnovabile, bioedilizia e ambiente con i convegni “Da rifiuti a risorse”, “Sviluppo strategico”, e “Progetti ecosostenibili”. E poi, un momento di confronto importante nello stand Asec dalle 16 alle 17, con la presenza del presidente Giuseppe Marletta e del dirigente Gaetano Pirrone, per parlare di novità e risparmio nel settore dell’energia elettrica. Il tutto contornato dall’allegria e la comicità dell’attore Gino Astorina.

 

Il salone internazionale Progetto Comfort resterà aperto il 6-7-8 aprile dalle 10.30 alle 19.30.

Ingresso libero tramite INVITO scaricabile previa registrazione (clicca qui).

 

Scarica COMUNICATO STAMPA

Visualizza su FACEBOOK

 

 

Comments are closed.