PROGETTO COMFORT – A proposito di clima e di G7 di Taormina

PROGETTO COMFORT – A proposito di clima e di G7 di Taormina

A proposito di clima e di G7 di Taormina

Catania, 20 giugno 2017

 

Gli organizzatori di Progetto Comfort hanno seguito con particolare interesse il G7 di Taormina, dove si è parlato di terrorismo, migranti, commercio e, soprattutto, di clima e in base all’accordo di Parigi.

Ebbene, l’accordo è stato ribadito solo da sei sul clima. “Gli Stati Uniti sono nella fase di revisione delle loro politiche sui cambiamenti climatici e sull’accordo di Parigi e dunque non sono nella posizione di dare il loro consenso su questi temi”, si è letto nel comunicato finale del vertice.

Per questo, “i capi di Stato e di governo di Canada, Francia, Germania, Italia, Regno Unito e Giappone e i presidenti della Commissione e del Consiglio europei riaffermano il loro forte impegno ad attuare rapidamente l’accordo di Parigi, come già deciso al vertice di Ise-Shima del 2016.

E lui, Trump, cosa ha detto? “Prenderò la decisione finale sull’accordo di Parigi la prossima settimana o comunque entro breve tempo…” ha scritto su Twitter il presidente degli Stati Uniti. E gli altri leader cosa ne pensano?  In rotta di collisione la cancelliera Angela Merkel, che parla di “discussione non soddisfacente” e avverte: non “faremo concessioni”. “Una soluzione non ideale”, ha commentato anche Emmanuel Macron, mentre Gentiloni ha fatto spallucce.

E noi di Progetto Comfort? Aspettiamo fiduciosi. Ci mancherebbe.
Viva l’ottimismo

 

 

 

Scarica NEWS

 

 

 

Comments are closed.